wat

Riuscirà whatsApp a escludere i ragazzini ?

In questi anni piccoli utenti hanno mentito sull’ età per iscriversi a facebook, per usare whatsapp e navigare su youtube e probabilmente continueranno a farlo.

Le novità annunciate dalle piattaforme nelle ultime settimane non contengono reali stravolgimenti del rapporto con i minori, con una adeguamento più che altro formale al regolamento Europeo per la privacy che entrerà in vigore il prossimo 25 maggio.

La norma fissa l’età in cui un giovane utente si può emancipare e può iniziare a scorazzare da solo su internet a 16 anni.

I singoli paesi potranno poi portarla a 13 anni in Italia, non hanno ancora deciso.

Whatsapp ha preso alla lettera la richiesta: in Europa, prima dei 16 anni l’app non si potrà usare. La stesso discorso per Facebook cui l’app di messaggistica verde fa capo.

Adesso chi ha fra i 13 e 15 anni sarà formalmente obbligatorio ad esibire il consenso dei genitori.

Whatsapp domanda l’ok dei genitori, con una formula non troppo chiara: è stato spiegato che “servirà a elaborare determinati tipi di dati dai 13-15 anni”.

 

Jasmine Di Benedetto

Alice Canzoniero