ricordo

Il Giorno del Ricordo

Le classi seconde della scuola media di Monterosso,  in occasione della Giornata del Ricordo, con gli insegnanti di Lettere abbiamo visto un documentario con le testimonianze dei protagonisti di questa triste pagina della nostra storia nazionale.

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92  essa vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

La serie di eccidi noti come i massacri delle foibe possono essere divisi in due distinti periodi: gli “infoibamenti” del settembre-ottobre 1943 e le stragi del 1945, che in alcuni casi si protrassero fino al 1947.

Una foiba è uno dei grandi inghiottitoi (o caverne verticali, pozzi) tipici della regione carsica e dell’Istria dove i partigiani di Tito buttavano gli italiani residenti in Istria e Dalmazia accusati di collaborazionismo con il Fascismo.

Non si conosce esattamente ad oggi il numero esatto delle vittime. La storiografia attuale comprende una forbice stimata tra i 5000 e i 12.000 morti.

Una pagina di storia ancora poco sconosciuta e che non si trova in tutti i libri di storia.