gaic

A lezione con il telaio

Dopo aver trattato l’argomento sulle “ fibre tessili”, noi alunni della classe I A della scuola secondaria insieme alla prof.ssa Giaccotto ci siamo cimentati a realizzare un frammento di tessuto. Le fibre tessili sono quei materiali filamentosi, di origine naturale o artificiale, dai quali è possibile ricavare filati e tessuti.

A seconda della loro origine, le fibre tessili sono classificate in fibre naturali, artificiali e sintetiche.

Lino, lana, cotone e seta sono state, nell’ordine, le prime fibre ad essere filate e poi tessute.

Soltanto verso la fine dell’Ottocento (1891) entrò in commercio la prima fibra artificiale, il rayon, e nel 1935 la prima fibra sintetica, il naylon.

La filatura anticamente veniva fatta a mano, oggi è compiuta con i filatoi.

I tessuti sono dei manufatti prodotti con l’operazione di tessitura, ossia mediante l’intreccio di due sistemi di fili: quelli di ordito, disposti nella direzione della lunghezza del tessuto, e quelli di trama, nel senso della larghezza. Il modo con cui si intrecciano i fili che costituiscono un tessuto si chiama armatura. Le armature fondamentali sono: tela, spina, raso. L’operazione di tessitura si esegue con i telai, che possono essere a mano oppure meccanici.

La classe I A ha realizzato pezzi di tessuto utilizzando il telaio a mano, costruito dagli stessi alunni con pezzetti di legno e chiodi.

I chiodi servono a sostenere i fili di ordito, realizzati con lana di un determinato colore, una “spoletta” serve per l’inserimento del filo di trama, lana di diverso colore avvolta attorno alla spoletta stessa.

Il tipo di armatura scelta è la tela, la più semplice, con questo tipo di intreccio il diritto del tessuto è uguale al rovescio.

 

La classe I A