gruppo

Con Lisistrata al festival internazionale del teatro classico dei giovani

Gli alunni del laboratorio teatrale dell’ Istituto Comprensivo L. Capuana Giarratana sede di Monterosso A. presenteranno  al Teatro greco di Palazzolo A. martedì 30 maggio la commedia “Lisistrata” di Aristofane in occasione del XXIII Festival Internazionale del teatro classico  dei giovani indetto dall’INDA.

Il progetto “Teatro a Scuola” curato dalle docenti Prof.sse Paola Di Franco e  Lucia Valvo in collaborazione con l’associazione culturale TOTAle  di Salvatore Messina e Alessia Giaquinta, nasce dall’idea di trasmettere agli alunni l’educazione alla teatralità che ha come obiettivi la capacità di gestire la propria ansia, il desiderio di apprendimento, la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie  potenzialità,  la   capacità di parlare  “in pubblico”  e di rapportarsi  in  maniera  consapevole e corretta  con sé  stesso e con gli altri.

La  commedia di Aristofane racconta  che l’ateniese Lisistrata , per mettere fine alla lunga guerra del Peloponneso che travaglia tutta la Grecia  riunisce in un’assemblea tutte le donne elleniche.  Comunica loro di essere finalmente riuscita a trovare un mezzo per porre fine a ciò che provoca  tanto dolore e solitudine: un vero sciopero dell’amore, cioè rifiutarsi ai mariti finché questi non concludano la pace. Di fronte ad un ricatto del genere gli uomini della Grecia non possono che cedere. Il passo si conclude con una grande festa di riconciliazione.

La scelta della commedia “Lisistrata” è motivata dalla finalità di far riflettere gli alunni, renderli protagonisti su temi come l’emarginazione femminile e il valore della pace  di cui ci parla un autore come Aristofane del V sec a.c. ma ancora oggi molto attuali. Il rovesciamento del commediografo è sorprendente: la donna che nel mito era causa di grandi guerre , qui è causa di armonia e di pace. L’emarginazione femminile, così non diventa lamento patetico tipico delle tragedie greche, ma una fattiva collaborazione tra le donne che sono consapevoli delle loro possibilità di imporre  la propria volontà agli uomini.

Le donne, che in quel mondo erano relegate solo alla sfera domestica e sessuale, trovano la strategia più adatta a partire da quell’area ristretta di visibilità in cui erano confinate.

Il messaggio della commedia è quello di rendere protagoniste le donne perché il mondo femminile  è ancora oggi per definizione quello della pace e della famiglia.

Gli alunni del  laboratorio teatrale auspicano con la rappresentazione della commedia “Lisistrata” di trasmettere al pubblico l’importanza della pace in una società attuale dilaniata da conflitti e contrasti che assediano la nostra fragile quotidianità.